Travelling around Italy sometimes can be hard, you think you know the words to communicate (and of course you know them) but you can encounter many colloquialisms and you aren’t sure what they are about.

In this video, you have a few tips about vocabulary you can encounter in some part of Tuscany and Nicla mentioned some traditional dishes too. Nicla is from Livorno and will give you (and us, I learned new thing myself!) some examples of these words/expressions. I had so much fun doing this video and Nicla is an excellent teacher, she is explaining everything just perfectly.

I colloquialismi toscani (livornesi) elencati nel video:

  • il bimbo/a (bambino/a)
  • i vaini (i soldi)
  • murare a secco (non bere niente quando si mangia)

Parole: 

  • la torta di ceci
  • il tortaio (il negozio dove si compra la torta di ceci)

 

Espressione italiana (modi di dire) detta nel video da Nicla: ci metto le mani sul fuoco

vuol dire essere assolutamente certi di una cosa/affermazione. Al contrario, nella forma negativa (non ci metto le mani sul fuoco) si usa per esprimere incertezza e dubbi.

Origine 1: Nel medioevo si usava mettere la mano sul fuoco per attribuire valore di giudizio divino ad una prova.

Origine 2: Deriva da una leggenda romanda: un cittadino tentò di uccidere il Re e, non riuscendoci, si punì bruciando la propria mano sul fuoco

 

Vedi il link per scoprire il mondo della torta di ceci 🙂

 

Risultati immagini per torteria da gagarin

 

 

 

Qui trovate il tortatio, la torta di ceci di cui parla Nicla nel video e la bevanda tipica che potete trovare dal tortaio:

la spuma bionda (bevanda zuccherosa e frizzante)

 

 

 

 

 

Here is more info about a traditional dish from Livorno e Viareggio (Tuscany) mentioned in the video: Il cacciucco 

 

 

 

Do you like my videos? Come on board to learn Italian together. It’s time to be Italian 🙂 

Watch the video, enjoy it and if you have time leave me comments. Let me know what you think about these words and if you have ever heard them 🙂

 

Share This